“Twilight”: bastano 15 minuti per scatenare il delirio dei fan (La Repubblica)

Attesa spasmodica per l’anteprima di un quarto d’ora del film di Catherine Hardwicke
tratto dal primo capitolo della saga romantico-horror di Stephanie Meyer

“Twilight”: bastano 15 minuti
per scatenare il delirio dei fan

I due attori che interpretano la ragazzina e il vampiro buono che si innamorano
accolti da star. La regista: “Tra i segreti del successo la tensione sessuale tra i due”
di CLAUDIA MORGOGLIONE

robert pattinson red hot rome 08

ROMA – E’ uno dei veri maxieventi di questo Festival, capace di mobilitare decine di migliaia di persone, in tutto il mondo: le richieste di biglietti sono giunte dall’Italia, dal resto d’Europa, perfino dall’Australia. Il fenomeno in questione si chiama Twilight, ed è il film tratto dal primo capitolo della saga letteraria romantico-horror creata dalla scritttrice Stephanie Meyer: quattro romanzi, oltre cinque milioni e mezzo di copie vendute nei soli Stati Uniti, legioni di fan sparsi per il globo con centinaia di siti internet, per la storia d’amore impossibile tra un’adolescente e un vampiro buono.

E oggi, qui a Roma, sono andati in scena i primi 15 minuti di Twilight versione grande schermo, in attesa dell’uscita nelle sale il prossimo 21 novembre: per la presenza della regista Catherine Hardwicke (Thirteen) e dei giovani protagonisti Kristen Stewart (Panic Room, Into the wild) e Robert Pattinson (il Cedric della serie Harry Potter), ragazzine scatenate, tappeto rosso presidiato, attesa spasmodica. Se pensiamo che tutto questo putiferio nasce da un assaggio di appena un quarto d’ora, capiamo la portata enorme del fenomeno.

Ma guardando in anteprima questi celebri 15 minuti (due sequenze quasi intere, più sostanziosi backstage e il trailer) anche lo spettatore più adulto, più disincantato, può capire il fascino del film. L’aura romantica, gotica, che lo circonda, il tema alla “Romeo e Giulietta” condito da grandi paesaggi, effetti speciali raffinati. E con quella dose d’azione, e di sangue, fatta apposta per gli spettatori più giovani. In una delle sequenze mostrate, vediamo l’incontro tra la ragazzina innamorata Bella e i genitori del vampiro Edward: l’impatto non è facile; poi però lui la porta a fare un giro sugli alberi della foresta circostante, e lei viene rapita dalla bellezza del paesaggio. Segue la scena in cui il vampiro cattivo, James, cerca di far del male a Bella, per provocare la reazione del suo amato.

Nel backstage, invece, vediamo gli attori che spiegano la preparazione di queste e di altre sequenze; e ascoltiamo i commenti di Stephanie Meyer, l’autrice della saga: “Per me vedere il libro trasformato in un’opera da grande schermo è stato eccitante ma anche difficile – spiega – per me è come un figlio”. Poi la scrittrice rivela che l’idea di Twilight è nata da un’immagine presente nel libro (e anche nel film): Bella ed Edward sono su un prato, rivelano i loro sentimenti. Il loro amore impossibile: perché lui, esprimendo la passione fisica che ha per lei, rischia di farle del male, di ucciderla.

Ed è proprio questo aspetto – l’ostacolo carnale ai loro sentimenti – a costituire, secondo la Hardwicke, uno dei segreti del successo della saga: “La straordinaria tensione sessuale – spiega oggi pomeriggio, all’incontro coi cronisti – è uno degli elementi più attraenti di questa storia alla Romeo e Giulietta. Ma mentre in Shakespeare l’ostacolo viene dall’esterno, qui è tutto all’interno di uno dei due personaggi”.

La regista rivela poi di conoscere bene tutta l’abbondante cinematografia vampiresca, ma di “non aver utilizzato questo tipo di film come ispirazione” per il suo. “Del resto qui ci sono vampiri atipici, si muovono di giorno, non in città buie ma in grandi spazi, foreste, eccetera”. Quanto all’ipotesi – molto molto probabile – di trasformare quest’unica pellicola nel primo capitolo di una trilogia, la Hardwicke risponde con cautela: “Aspettiamo prima di vedere come va Twilight – dichiara – e poi, nel caso, gireremo gli altri due episodi in sequenza. Spero davvero che catturi tutti i tipi di pubblico, non solo le ragazzine: negli Usa, recentemente, ci sono gruppi di lettura dei romanzi della Meyer anche tra la settantenni…”.

Non c’è dubbio, però, che, almeno a guardare questo assaggio romano, la pellicola è confezionata soprattutto per il pubblico giovane. Per i milioni di fan adolescenti sparsi in giro per il mondo, e che hanno già tramutato in star i due giovani interpreti. “Sono consapevole di quanti siano gli appassionati della saga – dice la Stewart – per noi è una grande responsabilità. Ma se si pensa troppo alle esigenze degli altri, si rischia di non fare un buon lavoro”.

Pattinson, invece, dice di non essere affatto impressionato dall’incredibile attesa per la trasposizione cinematografica della vicenda. E spiega così il fascino del suo Edward: “Per tanti anni della sua vita non ha provato alcuna emozione, poi incontra Bella e viene travolto dai sentimenti. Come attore, ho cercato di lavorare su questo contrasto”. Dal 21 novembre, conosceremo il giudizio del pubblico.

(30 ottobre 2008)

Fonte: La Repubblica

Advertisements

~ di Vale1187 su novembre 2, 2008.

3 Risposte to ““Twilight”: bastano 15 minuti per scatenare il delirio dei fan (La Repubblica)”

  1. Abbiamo visto anche noi il filmato a Catania presos il Cinema Odeon. Se le prime immagini delgi attori e del film avevano deluso i fan, credo proprio che gli attori che imperosnano Edward e Bella li stiano sempre più conquistando.

  2. edward tiamo sopra ogni kosa nn so cm fAREEExdxd….tiamoooo
    nn vd l ora che esce eclipse..cmq twlight e new moon fantastikk

  3. Nn ho mai dtt ti amo xké è 1parola ke sl ki a sofferto x amore lo può capire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: